6 alimenti che potete consumare anche dopo la data di scadenza.

Si cerca, per quello che si può, di non sprecare il cibo in casa. Naturalmente a volte qualcosa sfugge al nostro controllo e si finisce per avere del pane ammuffito o della frutta eccessivamente matura. In casi del genere, utilizzare questi alimenti non è indicato per la nostra salute.

 

Eppure, continuiamo a gettare nella spazzatura cibo che potremmo ancora consumare. Oggi vi spieghiamo a cosa dovreste fare attenzione per evitare questo tipo di sprechi.

 

1. I prodotti freschi

In genere c'è un arco temporale di circa un mese per consumare i latticini freschi dopo la data di scadenza indicata. Per lo yogurt si può arrivare fino a 3 mesi. 

 

Per la carne, invece, la questione è più difficile. Ma se si tratta di carne secca, potrete utilizzare l'insaccato fino a due settimane dopo la data di scadenza. 

 

2. Uova

È buona regola conservare sempre le uova nel frigorifero, in modo che le possiate consumare nell'arco di due settimane. Se, una volta aperte, il tuorlo ha un colore rosa o verde, vuol dire che il prodotto non è più buono.

Nel caso non foste certi, ecco un piccolo test che potete fare: mettete l'uovo in un bicchiere di acqua fredda. Se rimane sul fondo, potete ancora consumarlo. Se invece galleggia, vuol dire che non è più commestibile.

 

3. Formaggi 

Il formaggio è fatto praticamente di muffe. Se quindi notate delle piccole macchie verdi potete continuare a consumarlo. Se non è di vostro gusto, potete semplicemente rimuovere la parte. Non è difficile da credere: il formaggio invecchiando diventa più buono.

 

4. Miele, zucchero e sale

Miele, zucchero e sale sono alimenti che si possono tenere in casa per anni. Non hanno data di scadenza. Se vi piacciono i pancake e adorate addolcirli con lo sciroppo d'acero, sappiate che anche per questo prodotto vale la stessa regola!

5. Cioccolato, riso e lenticchie

Si tratta di cibi che possono essere consumati anche anni dopo la data di scadenza. Trattandosi di cibi secchi non si corre il rischio di muffe. La cioccolata può essere mangiata anche due anni dopo.  

 

6. Cibi in scatola

Se non notate alcuna alterazione sull'apertura della confezione e il cibo non ha un cattivo odore non correte alcun rischio se consumate legumi o sardine sottolio. Tenete comunque presente che il cibo in scatola non è particolarmente salutare. Sempre meglio preferire alimenti freschi.

 

In generale, è buona regola, fidarsi del proprio naso. Naturalmente l'olfatto e il gusto sono sensi che usiamo per goderci il cibo, ma risultano molto utili anche per capire se un alimento è andato a male o meno. 

 

Certo, se pensate che qualcosa alla vista o all'olfatto sia sospetta, sempre meglio non rischiare un avvelenamento!

Commenti

Scelti per voi