Con queste decorazioni fluorescenti, addormentarsi è un gioco da ragazzi.

Crispin Young Wilson lavora come sviluppatrice di software a Portland, in Oregon. Quando la sua migliore amica, dopo una lunga ricerca, ha finalmente trovato un appartamento vicino al suo, la gioia era enorme per entrambe. Purtroppo, c'era un problema non trascurabile: Benjamin, il bimbo di 4 anni, figlio della sua amica, in un primo momento non riusciva ad abituarsi alla nuova casa. Soprattutto, aveva problemi addormentarsi e a familiarizzare con la nuova stanza, cosa che lo spingeva spesso ad un pianto disperato. La mamma chiede consiglio a Crispin e insieme cercando ci capire quale possa essere il modo per far superare al piccolo le sue paure. Poi Crispin ha un'illuminazione.

 

Si mette subito a lavoro e per prima cosa mette insieme una serie di utensili da pittura: colori, spugne e alcuni pennelli. Ritaglia e ricava in modo rapido alcuni stencil, quindi si mette rapidamente a lavoro. Crispin ha un piano preciso in mente. Ma poiché è molto ansiosa di sorprendere il suo piccolo Benjamin, fino alla fine non rivela nulla del suo progetto. Tutto sembra essere come prima nella sua camera: noioso e privo di fantasia. Ma il bimbo non sa cosa lo aspetta...

Quando giunge il momento di andare a letto, Benjamin, che si aspetta qualcosa, rimane sul letto un po' scettico. Crispin, sulla porta, gli fa l'occhiolino e gli augura la buona notte. Poi spegne la luce. A quel punto Benjamin non riesce a credere ai suoi occhi. Ecco cosa ha visto:

L'entusiasmo di Benjamin era letteralmente alle stelle! Improvvisamente la sua stanza, prima tanto odiata, era diventata un luogo magico in cui poter stare sereni anche al buio. Il bimbo ha guardato un po' di volte il soffitto, con gli alberi e il cielo stellato, quindi si è addormentato. Il trucco dietro a questa magia? Crispin ha utilizzato per la progettazione delle pareti e per il soffitto un colore speciale fosforescente, che è invisibile alla luce del giorno ma rivela tutto il suo splendore quando si fa buio. "Tutto quello che mi serviva era un po' di fantasia, una scala, un grembiule e della buona musica per lasciarmi ispirare", dice Crispin. "Il resto è venuto da sé ed è stato anche molto divertente!". La donna ha condiviso i suoi risultati su Twitter, ottenendo in poco tempo 30.000 reazioni entusiaste. Ci uniamo a questo coro e anzi prendiamo esempio per progettare soluzioni così carine e utili per le camere dei bimbi. Brava Crispin!

Fonte:

Twitter via Buzzfeed

Commenti

Scelti per voi