Pochi e semplici passaggi: come realizzare da sé un mini-terrario.

I terrari sono piccoli giardini ospitati da contenitori di plastica o vetro. Sono delle ottime alternative se non si ha tempo o spazio. Sono in tanti a pensare che queste piccole oasi verdi abbiano bisogno di molta manutenzione ma, in realtà, è tutto il contrario. Seguendo le istruzioni che vi presentiamo di seguito, sarete in grado di creare in poco tempo il vostro ecosistema in miniatura.

Terrarium

Quello che serve:

Innanzitutto, scegliete il contenitore di plastica o vetro che ospiterà il vostro piccolo mondo. Potrebbe essere un barattolo, una bottiglia di vino, una pokéball...

pokeball

Assicuratevi che il contenitore sia ben pulito prima di usarlo.

Kaffee

Scegliete le piante che volete metterci. Qualsiasi tipo di pianta da appartamento va bene. È indicato selezionare piante dello stesso tipo. Ecco alcune idee da cui partire: cactus, piante grasse, felci, muschio o violette.

Kaktus

Subito dopo, vi serviranno terriccio e decorazioni. Da avere:

Terriccio per vasi: provate a sceglierne uno poroso che assorba bene l'acqua. Cercatene uno che abbia già della torba.

Ghiaia/sassolini: aiuteranno a creare un sistema di drenaggio.

Carbone attivo: se avete deciso di utilizzare un contenitore che non ha un buco di drenaggio, potrebbe risultare utile mettere del carbone sul fondo.

kohle

Muschio: allo stesso scopo, può essere utile prevedere del muschio che assorba l'acqua in eccesso.

Decorazioni: rendete il vostro terrario unico! Potete scegliere tra pietre, conchiglie, gnomi o anche piccole statue!

zwerg

Ecco come costruirlo:

Prendete il vostro contenitore pulito e versate 2 cm di ghiaia e carbone sul fondo.

kiesel

Aggiungete quindi uno strato di muschio, per avere un altro elemento assorbente e proteggere le pietre allo stesso tempo. A seconda della lunghezza delle radici delle vostre piante, aggiungete dai 5 ai 10 cm di terriccio. Esercitate un po' di pressione con le dita, per eliminare le bolle d'aria. Adesso è arrivato il momento di scavare piccole buche per le piante.

pflanzen

Scavate il terreno intorno alle radici, in modo da poter inserire bene le piante, andando poi a coprirle nuovamente con il terriccio.

Potete quindi riempire gli spazi che vi sembrano vuoti con pietre e altre decorazioni da giardino. Ultima operazione: innaffiare!

deko

È importante ricordarsi di innaffiare il giardino regolarmente. (Attenzione: cactus e piante grasse hanno bisogno di acqua al massimo 1-2 volte al mese!). Provate a innaffiare il terrario all'aria aperta. 

Assicuratevi che le piante stiano bene, nel caso qualcuna vi sembri non in ottima salute, meglio rimuoverla immediatamente, perché non danneggi anche le altre. Stessa cosa vale per muffa o erbacce.

Schimmel

Se scegliete di avere un terrario completamente chiuso, assicuratevi di arieggiarlo di tanto in tanto. L'aria fresca può risolvere più di qualche problema.

luft

Che sia in una teiera, in un piatto da portata o in qualcosa di completamente diverso, il terrario sarà un ottimo elemento d'arredo in casa. Non ci sono limiti alla creatività. E si possono rivelare anche dei regali molto belli e originali.

Fonte:

brightside

Commenti

Scelti per voi