Alcuni modi intelligenti per rinfrescare il pane raffermo.

Ci sono pochi alimenti che hanno lo stesso delizioso profumo del pane appena sfornato. Tuttavia, cercare di tenere quella fragranza a lungo è difficile, soprattutto se si vive da soli. La buona notizia è che ci sono dei modi per tenere il pane fresco più a lungo. oggi ve ne presentiamo alcuni...

Quello che serve:

  • Pane raffermo
  • Tovaglioli di carta
  • Fogli di alluminio
  • Uno o due gambi di sedano

 Il metodo del forno a microonde

Prendete un tovagliolo di carta e passatelo sotto l'acqua fredda. Basta inumidirlo.

Avvolgete il pane raffermo in questo panno umido.

Mettetelo nel microonde per 10 secondi.

Togliete quindi il tovagliolo e godetevi lo spuntino.

IL metodo del forno

Preriscaldate il forno a 150° e avvolgete il pane nell'alluminio.

Mettetelo quindi in forno per circa 20 minuti, il tempo dipenderà dal tipo di pane.

Tiratelo fuori dal forno e lasciatelo raffreddare.

Suggerimento: se il pane è molto duro, potete inumidirlo appena, prima di avvolgerlo nella carta d'alluminio. Assicuratevi di non usare troppa acqua, altrimenti il pane diventerà molto morbido. Aggiungete l'acqua poco alla volta, in modo da capire quando fermarvi.

Il metodo del sedano

Mettete il pane raffermo insieme a un paio di gambi di sedano in una busta di plastica e chiudete bene, eliminando l'aria.

Mettete la busta nel frigorifero per qualche ora. Per ottenere risultati migliori dovreste lasciarla tutta la notte.

Il giorno seguente basterà togliere il sedano dalla busta. Noterete che si sarà seccato, questo perché l'umidità è stata assoribita dal pane che adesso risulterà morbido.

Suggerimento: ci saranno comunque dei casi in cui il pane è troppo secco, in questa evenienza potete usarlo per preparare deliziosi crostini da utilizzare nella zuppa.

Ed ecco fatto: tre modi per risparmiare soldi e non sprecare cibo. Provate anche voi!

Merken

Merken

Commenti

Scelti per voi