Artista trasforma la sua casa nell’Isola che non c’è di Peter Pan.

James Talbot e la moglie vivono un'esistenza da sogno ad Austin, Texas. La parte fiabesca della loro vita, deriva dalla passione di sempre dell'uomo per un personaggio dell'infanzia: Peter Pan. James ha molto amato i film che sono stati realizzati ispirandosi alle avventure dell'eterno bambino, tanto che la sua stessa arte ha subito una forte influenza in questo senso; ha trascorso gran parte della sua vita a girare il mondo alla ricerca della sua Isola che non c'è.

James ha così vissuto in Spagna, Turchia, Inghilterra, Marocco e Venezuela, ha imparato nuove tecniche e si è aperto a nuovi modi di pensare. In questo suo peregrinare ha sempre raccolto degli oggetti da portare a casa. In ogni luogo che ha visitato, ha trovato ogni volta qualcosa che testimoniasse la sua ricerca di quel posto magico che sognava sin da bambino. A un certo punto, dopo anni passati all'estero, l'artista ha sentito che era tempo di fare ritorno in patria. È quindi tornato in Texas e ha iniziato a costruire la sua Casa Neverlandia (in inglese, "Neverland" è "L'isola che non c'è"). 

E il suo lavoro lo ha portato a realizzare una casa che si è aggiudicata il terzo posto nella competizione della rivista "Natural Home", come casa del decennio.

L'abitazione è stata realizzata, per la maggior parte, utilizzando materiali di riciclo, è alimentata con pannelli solari e ha dei raccoglitori per l'acqua piovana. James voleva assolutamente avere una casa ecosostenibile. 

L'abitazione è stata acquistata nel 1979 e da allora è stata trasformata, pezzo dopo pezzo. Per l'artista era una sorta di "tela bianca" da riempire. 

Molte delle decorazioni vengono direttamente dai suoi viaggi: "La casa è fatta da pezzi del mio passato", ammette l'artista con orgoglio. 

I costi per l'elettricità sono decisamente contenuti, si aggirano intorno ai 10-15 € al mese, probabilmente perché non ci sono condizionatori e riscaldamento. Quando le temperature scendono, James utilizza il suo incredibile camino. Entrare nel suo soggiorno, è come fare un salto in un'altra (magica) dimensione.   

In casa ci sono anche molte opere dell'uomo. E la fonte di spirazione è piuttosto chiara...

James non sembra certo un ragazzino, anche se sono sicuro che il suo spirito e il suo cuore lo siano. Il suo sogno era quello di rimanere piccolo come Peter Pan e, a modo suo, credo proprio che ci sia riuscito. 

Come lui stesso ha dichiarato: "Una volta che sai cosa vuoi, hai più possibilità di averlo". La sua casa è aperta al pubblico e spera che possa ispirare anche gli altri a inseguire i propri sogni. C'è da dire che James lo aveva capito in giovane età quale fosse il suo più grande desiderio e ha impiegato la sua vita a perseguirlo. Anche Peter Pan sarebbe fiero di lui, non credete?!

Commenti

Scelti per voi