Errori comuni e consigli per la coltivazione del pomodoro nell'orto di casa

I pomodori sono una delle verdure preferite nel bel Paese. Che siano freschi in insalata o trasformati in gustosa salsa di pomodoro - è difficile immaginare la cucina senza questa verdura rossa. Ma, come per ogni verdura, se preferite assaporarne il gusto genuino, è meglio coltivarli nell'orto di casa: a km zero e senza pesticidi.

Per garantire che la coltivazione del pomodoro in giardino o sul balcone non vi riservi brutte sorprese ma solo ottimi frutti è necessario evitare alcuni errori comuni.

Due pomodori rossi su una pianta

1° degli errori comuni: non dare importanza alla varietà di pomodori

Rosso e rotondo sono gli unici criteri in commercio. Ma le varietà di pomodori sono innumerevoli e non differiscono solo per la crescita e il gusto, ma hanno anche esigenze diverse per la loro coltivazione.

Suggerimento: le radici del pomodoro ciliegino e dei pomodori in vaso richiedono poco spazio e possono quindi essere coltivati benissimo sul balcone. I pomodori a grappolo promettono una raccolta precoce, ma crescono meglio nella terra.

Piante di pomodori

2° degli errori comuni: non preparare i semi di pomodoro

Se volete coltivare i pomodori, dovreste mettere in ammollo i semi di pomodoro prima di procedere alla semina. Per fare ciò, mettete i semi in acqua tiepida durante la notte. In questo modo, i semi germinano meglio e diventano più resistente quando li si annaffia.

Suggerimento: molti giardinieri sostengono di mettere a bagno i semi nella camomilla fredda, perché rende i semi più resistenti alla muffa e ad altre malattie cui è soggetta la pianta di pomodoro.

Germogli che fuoriescono dalla terra

3° degli errori comuni: fuori troppo presto

Alla pianta di pomodoro piace la luce e soprattutto il caldo. La semina dovrebbe quindi essere effettuata solo a partire dall'inizio di aprile. È meglio aspettare che passi il rischio di un'ultima gelata e che il termometro non scenda più sotto i 16 °C durante il giorno prima di piantare i semi di pomodoro.

Suggerimento: usando scatole, bottiglie o pellicola di plastica si possono costruire delle piccole serre fai da te per la coltivazione del pomodoro. In questo modo, la semina può essere anticipata di quattro settimane e i pomodori hanno più tempo per maturare.

Piante di basilico e pomodori in vaso

4° degli errori comuni: terreno sbagliato

Il terreno in cui cresce una pianta di pomodoro non deve essere troppo compatto, in modo che le radici possano assorbire acqua a sufficienza. Si raccomanda inoltre che il valore del pH sia neutro.

Suggerimento: il terreno gioca un ruolo fondamentale per il sapore di questa verdura. Mettendo, ad esempio, una manciata di foglie di ortica nella buca dove si piantano i semi di pomodoro, la verdura acquisisce un sapore particolarmente aromatico.

Pianta di pomodori in vaso

5° degli errori comuni: poco spazio

Per garantire che i frutti della pianta di pomodoro ricevano sufficiente luce e aria, i semi di pomodoro devono essere piantati ad una distanza minima di 60 centimetri.

Suggerimento: potete anche coltivare i pomodori a testa in giù in dei vasi appesi. In questo modo ottimizzate lo spazio e ogni pianta di pomodoroè meno esposta ai parassiti, oltre a non aver bisogno di sostegni fisici.

Coltivazione del pomodoro a testa in giù

6° degli errori comuni: troppo sole

È vero che alla pianta di pomodoro piacciono luce e calore, tuttavia non dovrebbe essere esposta al sole cocente dell'estate durante tutta la giornata, altrimenti il terreno si asciuga rapidamente, la buccia si apre e le foglie si seccano. Quindi assicuratevi che siano in punto dove c'è anche ora durante il giorno.

Suggerimento: un luogo luminoso e semi ombreggiato a 20-25 °C è l'ideale - ad esempio vicino ad altre piante o al muro di casa.

Pianta di pomodori in vaso sul balcone

7° degli errori comuni: annaffiare dall'alto

La pianta di pomodoro ha sete ma non ama troppa umidità. Questo vale per il terreno, che dovrebbe essere sempre umido, ma non dovrebbe presentare ristagni di acqua. Infatti non bisognerebbe innaffiare i pomodori dall'alto bagnando foglie e frutti, ma solo la zona delle radici, altrimenti la pianta è più esposta alla formazione di funghi e muffa.

Suggerimento: una semplice lastra in plexiglas è perfetta per proteggere le piante dalla pioggia. Mentre il momento migliore per innaffiare è la mattina presto.

Pomodoro marcio

8° degli errori comuni: fertilizzante sbagliato

In sostanza, la pianta di pomodoro appartiene a quella categoria di piante che richiede più nutrienti: l'aroma deriva dal fatto che assorbono molte sostanze nutritive. Pertanto, soprattutto durante il periodo di formazione del frutto, bisognerebbe evitare l'uso di fertilizzanti azotati che sono utili solo alla crescita dei germogli e delle foglie - ma non dei frutti.

Suggerimento: il concime fai da te a base di ortica è un ottimo fertilizzante per pomodori da aggiungere all'acqua con cui si annaffia circa ogni tre settimane. In questo articolo vi spieghiamo l'utilità del macerato di ortica.

Ortiche lavate in uno scolapasta

9° degli errori comuni: consumo per tempo

L'obiettivo della coltivazione del pomodoro è la produzione di frutti belli e buoni. Un passaggio importante per raggiungere questo obiettivo è la raccolta regolare. Ciò comporta la rimozione dei germogli laterali dalle foglie in modo che i frutti del pomodoro ricevano più sostanze nutritive e sono meno ombra dalle foglie.

Suggerimento: rimuovete i germogli laterali quando sono ancora giovani in modo che la pianta di pomodoro soffra meno e al mattino cosicché i germogli rotti possano essere curati dalla luce solare.

Foglie tagliate dalla pianta di pomodoro

10° degli errori comuni: stessa terra, stesso sole

Come abbiamo già detto la pianta di pomodoro assorbe una grande quantità di sostanze nutritive dal terreno. Se coltivate i pomodori sempre nello stesso posto dell'orto di casa, noterete che col passare del tempo la qualità del prodotto peggiora. Inoltre, la pianta diventa più sensibile ai funghi del terreno e ai parassiti.

Suggerimento: per ripristinare l'equilibrio del terreno, i semi di pomodoro dovrebbero essere piantati ogni anno in un luogo diverso. Possono tornare nella posizione originaria solo dopo tre o quattro anni.

Piante di pomodoro rampicanti su una rete

Se seguite questi consigli, riuscirete a coltivare i pomodori in abbondanza sul balcone o nell'orto di casa.

Qui trovate altri consigli che vi assicurano un buon raccolto. Mentre qui trovate dei suggerimenti per conservare correttamente frutta e verdura.

Buon raccolto!

 

Immagine di copertina: ©pinterest ©flickr/scott rubin

Commenti

Scelti per voi