Disturbi del comportamento nei bambini piccoli che sono un grido d'aiuto

Proprio come gli adulti, anche i bambini piccoli mostrano sentimenti e stati d'animo diversi nel corso di una giornata. Pertanto, non è sempre facile per i genitori riconoscere e interpretare questi cambiamenti.

I bambini possono sentirsi ansiosi o stressati a causa di varie situazioni e spesso esprimono i loro sentimenti comportandosi in modo strano. Tuttavia, la carenza di affetto e attenzione da parte dei genitori può anche causare aggressività o iperattività nei figli. È importante riconoscere sin dal principio i disturbi comportamentali per poter aiutare il bambino. Questo è infatti il modo in cui i bambini piccoli lanciano la loro richiesta di aiuto.

Per imparare ad interpretare questi segnali di avvertimento, si dovrebbe osservare spesso i bambini piccoli e confrontarli con i coetanei, poiché non ogni pianto o colpo è un grido di attenzione e certi comportamenti sono normali in certe fasi dello sviluppo.

Tuttavia, i seguenti 10 disturbi del comportamento potrebbero essere un grido d'aiuto:

1.) Aggressività e morsi

L'aggressività nei confronti dei genitori può spesso essere spiegata dallo sviluppo cerebrale del bambino. La capacità di pensare in modo logico e superiore è ancora agli albori nei bambini piccoli. Il mordere e l'aggressività non sono quindi il riflesso di una cattiva educazione. I più piccoli semplicemente non hanno ancora la capacità cerebrale per autocontrollarsi e quindi capita che vi lancino i giocattoli mentre cercate di dar loro un bacio.

Come potete reagire:

Offrite ai bambini piccoli il vostro aiuto dando un nome ai suoi sentimenti e mostrandogli il giusto comportamento. Poi potete chiedere al bambino di ripetere il comportamento giusto fino a quando non avrà capito e imparato qual è la reazione più consona.

pint1

2.) Picchiare gli altri bambini

I bambini piccoli imparano nel corso dell'infanzia ad affrontare le emozioni forti come la paura o la rabbia. All'età di 5 anni, le loro capacità di comunicazione e di reazione non sono molto sviluppate e usano i colpi come forma di comunicazione.

I bambini più grandi spesso si comportano in modo aggressivo nei confronti degli altri a causa della paura o dello stress. Vogliono essere visti e quindi cercano il contatto con i loro genitori; pensano che picchiare sia un modo efficace di attirare l'attenzione.

Come potete reagire:

Anziché cercare il dialogo, potete accompagnarli e cercare di evitare che compiano il gesto. Ciò significa che potreste provare a "reindirizzare" il braccio collerico delicatamente in modo che impari a trattenersi.

Con i bambini più grandi invece si rende indispensabile il dialogo, affinché possano capire che c'è un modo migliore di comunicare che non richiede pugni.

pint2

3.) Crisi di pianto

I bambini piccoli che piagnucolano sono spesso esausti e hanno bisogno dell'aiuto dei loro genitori. Attraverso il loro comportamento esprimono di essere stressati, stanchi, nervosi o semplicemente desiderano una maggiore vicinanza. Si comportano nell'unico modo che un bambino conosce per attirare l'attenzione dei genitori e per ottenere conforto e sostegno.

Come potete reagire:

Anche se è difficile, cercate di non reagire con rabbia o risentimento ai piagnistei dei bambini piccoli. Hanno semplicemente bisogno della vostra attenzione. Fate qualche respiro profondo se siete infastiditi dal suono e reagite con comprensione. In questo modo si rafforza il rapporto tra genitori e figli e si contribuisce alla creazione di memoria emotiva.

pint3

4.) Lanciare o distruggere i giocattoli

Se il vostro bambino lancia il suo giocattolo, lo distrugge, potrebbe essere un segno che si annoia. Probabilmente ha voglia di fare una passeggiata, un'attività creativa o semplicemente di coccole.

Come potete reagire:

Suggerite altre attività, ma non siate troppo invadenti o prepotenti. Ad esempio, iniziate a disegnare un'immagine. Se vostro figlio ne ha voglia, si unirà a voi con gioia.

pint4

5.) Sbalzi di umore

Il tuo bambino si mette a urlare e a piangere anche se non è successo niente di male? Gli hai appena dato la tazza blu invece di quella rossa? Quella che sembra una catastrofe per il vostro bambino spesso è solo un evento legato alla crescita. I bambini non sono ancora in grado di affrontare emozioni complesse e ogni delusione, per quanto piccola, è molto frustrante e per loro è come la fine del mondo.

Come potete reagire:

Mantenete la calma e lasciate che il vostro bambino esprima la sua frustrazione. Al tempo stesso, chiaritegli che uno sfogo emotivo così forte non è adatto alla situazione. Mostrate invece al vostro bambino modi migliori per far esprimere i suoi sentimenti e fategli capire che non va bene, ad esempio, lanciare il cibo solo perché è arrabbiato. 

pint5

6.) Non lasciarsi vestire o allacciare

I bambini piccoli che non vogliono vestirsi o non vogliono che si allacci la cintura di sicurezza in macchina sopra il seggiolino sono spesso stanchi e hanno bisogno di riposo o di tempo per rilassarsi. Se la loro giornata è intensa, reagiscono allo stress con il rifiuto. 

Come potete reagire:

Pensate a come avete organizzato la giornata di vostro figlio e chiedetevi se non gli stiate mettendo troppa pressione con tutte le attività in programma. Se questo è il caso, eliminate qualcosa e ritagliate dei momenti di riposo nel corso della giornata. 

pint6

7.) Dire di no a tutto

Alcuni bambini piccoli si rifiutano di mangiare, di lavarsi i denti o di mettersi il pigiama. Sembra che non vogliano collaborare. Spesso i genitori hanno la sensazione che i bambini cerchino di manipolarli con il loro comportamento. Ma dire di no non ha nulla a che vedere con questo e spesso è solo un segno che il bambino cerca di proteggersi da influenze esterne e che non vuole essere costretto. 

Come potete reagire:

Per evitare una lotta di potere tra genitori e figli, non reagite con le minacce. Con i bambini piccoli, le distrazioni o le alternative aiutano a trasformare il "no" in un "sì". Con i bambini più grandi può essere utile dare loro due possibilità di scelta. Decidere piccole cose per conto proprio rafforza l'indipendenza e la fiducia in se stessi.

pint7

8.) Dire le bugie

I bambini piccoli che mentono di tanto in tanto non presentano disturbi del comportamento. Ma se questo atteggiamento si manifesta troppo spesso, non può essere ignorato. Dire le bugie può essere motivato dalla paura inconscia della reazione, ad esempio nel caso di un brutto voto scolastico.

Come potete reagire:

Anzitutto, non prenderla sul personale. Secondo: cercare di capire l'origine della menzogna. Terzo: proporre un comportamento positivo ancora più forte.

pint8

9.) Correre in cerchio o dimenarsi

I bambini piccoli che hanno difficoltà a calmarsi e corrono in giro selvaggiamente o che si dimenano in continuazione di solito non hanno una valvola di sfogo alla loro energia. Con questi disturbi del comportamento vogliono far capire che hanno bisogno di giocare all'aperto, saltare o stare con altri bambini.

Come potete reagire:

Assicuratevi che i bambini piccoli facciano abbastanza attività fisica e organizzate incontri con altri bambini in modo che possano giocare e sfogare insieme le energie in eccesso.

pint9

10.) Attacchi di ansia

Gli attacchi di ansia sono frequenti nei bambini piccoli e fa parte del loro normale sviluppo. Soprattutto nell'infanzia, i bambini hanno spesso paura del buio, dei mostri sotto il letto e della solitudine. Tali paure sono tipiche di una certa fase dello sviluppo e scompaiono nel corso del tempo. Tuttavia, se i bambini mostrano forti paure al di là di questo o in fasi successive dello sviluppo, ad esempio rifiutano di andare all'asilo o a scuola o vogliono dormire con i loro genitori di notte, ciò indica una mancanza di stabilità e sicurezza. 

Come potete reagire:

Quando i bambini piccoli esprimono delle paure, i genitori dovrebbero rispondere sempre, anche se sembrano poco importanti o irrazionali. Prendete sul serio i sentimenti e i desideri dei più piccoli, non ignorateli né puniteli. Incoraggiateli ad affrontare la situazione di paura. In caso di attacchi di ansia da separazione, il bambino può, ad esempio, giocare con il figlio del vicino, sapendo che la mamma è a una sola casa di distanza. Oppure cacciare i mostri da sotto il letto con l'aiuto di una scopa. In questo modo il vostro bambino impara che può risolvere e affrontare da solo le situazioni difficili.

pint10

Quando si ha a che fare con bambini piccoli con disturbi del comportamento, è importante che i genitori mostrino molta comprensione ed empatia. Continuate a ricordare a voi stessi che il bambino non si comporta male di proposito, ma che il suo comportamento è giustificato dalla fase delle crescita che sta vivendo. La sicurezza, la comprensione e la presenza sono tutti elementi importanti per i bambini piccoli affinché possano acquisire fiducia in se stessi.

Commenti

Scelti per voi