Non crederete a quello che è successo a questa donna dopo una doccia nasale!

Attenzione: il caso qui descritto è estremamente raro. Tuttavia, descrive un grave problema successo a diverse persone. Scopriamo insieme che cosa è successo.

Una pensionata 69 enne di Seattle (Stati Uniti), come molti altri durante i mesi invernali, era alle prese con una forte sinusite. Il naso era perennemente chiuso, la testa le stava per esplodere e sentiva dolore quando con le dite toccava gli zigomi. Finora, nulla di insolito. La donna, dunque, decisa ad arrestare la sinusite, fece una doccia nasale per liberare il naso.

pint1

Qualche giorno dopo, notò una macchia rossa sul naso. La pensionata non se ne preoccupò, in quanto il suo medico le disse che si trattava di una rosacea, un'eruzione cutanea molto diffusa tra gli anziani, detta anche "ance rosacea".

Ma quelle macchie non erano affatto innocue. L'anno successivo la donna ebbe una crisi epilettica, accompagnata da forti mal di testa, vomito e perdita di coscienza. I medici subito sospettarono si trattasse di un tumore al cervello ed effettuarono immediatamente una biopsia. I risultati della biopsia rivelarono una terribile verità, che fece gelare il sangue anche ai chirurgi più esperti.

CPMC Surgery

"Quando ho operato la signora, una parte del suo cervello grande quando una pallina da golf era ridotta ad una massa insanguinata", raccontò in seguito il Dr. Charles Cobbs. "Erano amebe che si erano diffuse dappertutto e avevano letteralmente divorato le cellule cerebrali. Non avevamo mai visto una cosa simile." 

La donna morì poco dopo l'operazione.

pint1

I successivi controlli nel suo appartamento rivelarono che la pensionata americana, nel fare la sua doccia nasale, aveva commesso un grave errore: invece di utilizzare la soluzione salina o l'acqua sterile, aveva usato l'acqua del rubinetto. Ma non è tutto: aveva fatto scorrere l'acqua attraverso un filtro. Ma i filtri dell'acqua possono solo ridurre il contenuto di calcare e sono inefficaci contro i germi e, poiché la donna non aveva cambiato i regolarmente i filtri dell'acqua, questi erano diventati terreno fertile per i batteri.

Water Filter

La doccia nasale aveva causato un'encefalite amebiana granulomatosa. Le amebe possono passare inosservate a lungo nel cervello prima che si manifestino i sintomi, i quali si concludono nel 90% dei casi con la morte.

Queste amebe che "divorano il cervello" sono estremamente rare nell'acqua del rubinetto, ma questo della pensionata di Seattle non è un caso isolato. Ad esempio, nel novembre del 2012 un uomo con sintomi simili venne ricoverato in ospedale e fu diagnosticato con una meningoencefalite amebiana primaria. Il signore morì 5 giorni dopo la doccia nasale.

Le docce nasali diventano sempre più popolari come rimedio casalingo contro il raffreddore e sono molto associate alla pratica dello yoga, per questo occorre informare correttamente sul loro utilizzo.

neti pot relief

L'acqua del rubinetto è generalmente priva di questi batteri e sia a Seattle che in Italia, la qualità dell'acqua è ottima. Tuttavia, gli esperti identificano due principali fonti di pericolo. 

Prima di tutto l'acqua del rubinetto non è sterile, ma contiene piccole quantità di batteri, funghi, virus e amebe. Queste piccole quantità, se ingerite vengono neutralizzate dall'acido gastrico, mentre se inserite nel naso possono dare problemi in quanto non vi è un meccanismo di difesa contro queste impurità. Inoltre, la contaminazione è maggiore se si utilizzano dei filtri dell'acqua usati in maniera impropria, con gravi conseguenze.

La doccia nasale è, dunque, da evitare?

pint1

La doccia nasale è tanto importante quanto lavarsi i denti, dà sollievo durante raffreddore, febbre e infezione acuta dell'orecchio medio e protegge dalle infezioni alle mucose, ma se praticata nel modo corretto attenendosi alle norme igieniche.

Per sentire i benefici della doccia nasale è necessario che l'attrezzatura utilizzata sia impeccabile e la soluzione sia sempre preparata sul momento, preferibilmente con acqua calda. Le malattie contratte dalla signora di Seattle e dal signore di 47 anni sono molto rare, ma bisogna fare attenzione a tanti altri agenti patogeni che potrebbero causare gravi infezioni, in particolar modo nelle persone con un sistema immunitario già compromesso. In ogni caso, prima di effettuare una doccia nasale si consiglia di consultare il medico.

Commenti

Scelti per voi