Protezione viso: crea una mascherina riutilizzabile con il riciclo creativo dei calzini spaiati.

In sempre più parti del mondo, la gente viene esortata a restare in casa per rallentare la rapida diffusione del virus SARS-CoV-2. Tuttavia, rimanere a casa non è sempre possibile. Si raccomanda pertanto di indossare una maschera facciale protettiva. In un numero crescente di città e regioni, questo tipo di protezione viso sta diventando obbligatoria nei luoghi pubblici.

Ragazza bionda per strada indossa maschera protettiva rosa per naso e bocca

Tuttavia, c'è un problema: le mascherine antivirus, come la maschera protettiva FFP o la mascherina chirurgica, sono dispositivi medici difficili da reperire sul mercato a causa dell'elevata richiesta - soprattutto per chi ne ha più necessità, cioè il personale medico.

Esperti come il virologo tedesco dell'ospedale Charité Christian Drosten raccomandano quindi, per ridurre la possibilità di contagio tra persone spesso asintomatiche, di indossare in pubblico una mascherina riutilizzabile. Ma anche nel caso delle maschere in tessuto spesso i tempi di consegna sono lunghi perché i produttori non riescono a tenere il passo con la produzione.

Donna con mascherina protettiva e guanti monouso lavora alla macchina da cucire

Cosa c'è di più semplice che fare una maschera protettiva fai da te? Su Twitter una ragazza ha postato un video con istruzioni semplici per realizzare delle maschere in tessuto lavabili. Le istruzioni sono particolarmente utili per chi non ha una macchina da cucire e poca manualità: "Niente ago e filo."

Tutto ciò che vi serve è: 

  • 1 calzino grande
  • 1 paio di forbici
  • 2 pezzi di carta da cucina

Attenzione!

Questa maschera protettiva, come tutte le maschere in tessuto fai da te, è solo una misura supplementare per contenere la diffusione del virus. Non offre a chi lo indossa alcuna protezione contro le infezioni! Il suo scopo è solo quello di evitare che chi lo indossa possa infettare gli altri senza rendersene conto. Inoltre, l'utilizzo di una mascherina riutilizzabile non sostituisce le misure generali per la riduzione del contatto fisico e di igiene personale. Lavate sempre accuratamente le mani e non toccate con le mani il viso!

1° passo: prendere dei calzini spaiati[email protected]

Per prima cosa bisogna tagliare dai calzini spaiati la zona della punta e del tallone.

2° passo: tagliare le estremità del calzino[email protected]

Ora praticate un taglio nella calza di circa 2 cm alle estremità - mantenendo una distanza di circa 1 cm dai bordi tagliati.

3° passo: praticare dei tagli alle due estremità del calzino[email protected]

Infilate la mano nella calza. Allungatela un po' e giratela in modo che i tagli siano rivolti verso di voi.

4° passo: stendere il calzino[email protected]

Poi piegate la carta da cucina e infilatela nella calza.

5°passo: piegare la carta da cucina[email protected]

6°passo: infilare la carta da cucina nel calzino[email protected]

Afferrate il calzino per i tagli e infilate le cavità sulle orecchie. Il calzino dovrebbe a questo punto coprire bene la bocca e il naso.

7° passo: coprire con la mascherina in tessuno bocca e naso[email protected]

Come dimostra la ragazza nel video su Twitter, la carta da cucina nella calza funge da filtro sostituibile ad ogni uso. Soffiando su una piccola fiamma di accendino mostra infatti che questa non si spegne.

8° passo: soffiare su una fiamma indossando la mascherina[email protected]

A seconda del tempo trascorso fuori casa, la carta da cucina deve essere sostituita più volte al giorno. Questo tipo di maschere in tessuto sono lavabili - ad esempio in acqua bollente o in lavatrice.

Su Internet, molti si congratulano con la ragazza per l'idea geniale. Perché anche se ci sono certamente tipi di maschera facciale che sono più professionali e più resistenti, il trucco del riciclo creativo dei calzini spaiati senza ago e filo è almeno una soluzione provvisoria alla portata di tutti.

Questo articolo vi mostra altre idee su come realizzare la propria mascherina riutilizzabile senza ago e filo, ma con molto stile.

Fonte:

twitter

Commenti

Scelti per voi