Alcuni preziosi consigli per ottenere un generoso raccolto di pomodori.

Dopo aver lasciato ufficialmente la primavera alle spalle, è ora di rimboccarci le maniche e dedicarci alle nostre piante. Guanti, rastrello e vasi alla mano, sarà davvero entusiasmante piantare i semi e vederli crescere nel tempo e farsi piante. E a proposito di quest'ultime, se c'è una pianta che incarna la stagione estiva, è senz'altro quella di pomodoro. Si tratta di una verdura che popola la nostra tavola da sempre, immancabile in quasi tutte le ricette della cucina mediterranea. Avete mai pensato di dedicarvi alla coltivazione di pomodoro? Vi accorgerete che non è così complesso come sembra. Ecco alcuni consigli che vi aiuteranno ad avere un generoso raccolto, quest'anno. 

1. Le tipologie

Informatevi con accuratezza presso un giardiniere o un ortolano relativamente a quale sia la tipologia di pomodori più adatta per il vostro terrazzo o giardino. Il fatto che ci siano tipologie di pomodori che sono più piantati rispetto ad altri non vuol dire necessariamente che questi vadano bene per ogni spazio verde. Bisogna saper scegliere in base ai vari fattori. 

tomatoes

2. Come piantarli 

Se le piante - acquistate oppure cresciute naturalmente - sono abbastanza grandi per essere coltivate, assicuratevi che siano forti abbastanza fissandole al loro vaso per un tempo breve (tra uno e tre giorni), magari aiutandovi con uno stecco conficcato nella terra. In questo lasso di tempo la parte superiore della pianta avrà modo di crescere, e di fortificarsi. Assicuratevi inoltre di coprire con la terra solo le radici della pianta, e non il resto. In questo modo il vostro pomodoro avrà modo di crescere rigoglioso ed espandersi in altezza, e larghezza. 

Tomato plants growing! - 1

3. Costruire una protezione   

Per mettere a riparo le piante da vento e agenti atmosferici potrete costruire intorno a loro un recinto protettivo di 1,50 metri di altezza e di 60 centimetri di diametro. Potrete costruire questa "casetta" servendovi di una rete metallica, da fissare ai lati con delle fascette. Al centro potrete mettere un secchio, dove disporre le vostre piante di pomodoro: in una superficie del genere ce ne entreranno circa quattro. Dopo di che, il secchio potrete riempirlo con acqua, fertilizzanti e qualsiasi altro agente protettivo che aiuti a fortificare la pianta. 

YouTube/Tim Farmer

4. Le cure

I pomodori hanno bisogno di molti nutrienti, perché crescono in modo veloce e costante, bruciando a gran velocità tutte le sostanze di nutritive. Per questo, è importante assicurarsi di fertilizzare periodicamente la terra, affinché le nostre piante traggano il giusto nutrimento. Dopo il primo "raccolto" sarà bene regalare ai nostri pomodori 3 cucchiaini di solfato di ammonio, un "integratore naturale" molto importante. Dacché invece le piante si irrobustiranno, crescendo in tutte le direzioni, sarà bene potarle, soprattutto ai lati, per far sì che crescano naturalmente in altezza e non lateralmente. Così facendo, ci si assicurerà che i frutti abbiano tutto lo spazio per poter maturare e fortificarsi. Il prossimo passo sarà gustarli sulla nostra tavola! 

YouTube/LDSPrepper

Una cosa è sempre certa: i pomodori hanno bisogno di tanto sole, acqua e sostanze nutrienti. Chi avrà modo di farli crescere con cura e tanta costanza, potrà godere - in tutti i sensi - dei numerosi frutti. 

Fonte:

DIY & Crafts

Commenti

Scelti per voi