8 proverbi popolari sulle previsioni meteo

I servizi meteorologici sono in grado di prevedere con sette giorni di anticipo come sarà il tempo, grazie all'aiuto di strumenti appositi e immagini satellitari. Quando questi dispositivi non esistevano ancora, i nostri antenati dovevano attingere alla saggezza popolare e all'esperienza di chi era più a contatto con madre natura, come gli agricoltori.

Contadino con due buoi in un campo

Infatti erano proprio gli agricoltori a dipendere maggiormente dalle condizioni meteorologiche, poiché dovevano pianificare la semina di conseguenza. Per questo motivo, certi proverbi popolari trovano tuttora riscontro nelle previsioni meteo.

In questo articolo vi parliamo di quali perle di saggezza vengono utilizzate maggiormente ancora oggi e quanto siano affidabili.

1. „Se l'erba è umida ci sarà bel tempo.“

Questo detto ha lo scopo di prevedere il tempo nel corso della giornata. La rugiada mattutina sulle foglie mostra che la notte precedente era limpida e non c'era vento. Questo aumenta la probabilità che il tempo rimanga così per diverse altre ore. Tuttavia, nel corso della giornata, il tempo può cambiare, quindi questa affermazione può essere riferita solo alle ore del mattino.

 
 
 
 
 
Sieh dir diesen Beitrag auf Instagram an
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ein Beitrag geteilt von Jamie (@jamers802) am

2. „Per  Ognissanti mantello e guanti.“

Il 1° novembre secondo la tradizione cattolica si celebra la "Giornata di Ognissanti". In passato la gente usava questo giorno per prevedere il tempo dell'inverno successivo. Se c'è la brina sul prato e sulle foglie in questo giorno, le possibilità di un "Natale bianco" è relativamente alta. Probabilmente questo detto arriva da chi ha vissuto la "piccola era glaciale", un periodo di clima particolarmente freddo che ha colpito l'Europa tra il 1570 e il 1630 con inverni lunghi e molto freddi, stagione che in alcuni anni è iniziata in autunno.

3. „Rosso di mattina, la pioggia si avvicina.“

Senza le applicazioni per le previsioni meteo, era difficile prevedere le piogge o il sole in passato. Ma gli agricoltori dipendevano da queste conoscenze per il loro lavoro. Ecco perché all'alba si orientavano con il colore delle nuvole, perché il sole, che sorge a est, splende sulle nuvole a ovest.

 
 
 
 
 
Sieh dir diesen Beitrag auf Instagram an
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ein Beitrag geteilt von иιиα😎 (@thefenix_travelsdiary) am

4. „Dicembre vezzoso, anno capriccioso.“

Le statistiche mostrano che il 65% degli inverni rigidi sono seguiti da estati molto calde. Questa supposizione non funziona al contrario, perché un dicembre caldo non ha una correlazione statistica con le previsioni meteo di giugno. Quindi questo detto non è affidabile.

5. „Novembre freddo e non piovoso, rende gennaio mite e nebbioso.“

Questa regola è stata anche scientificamente provata. Le statistiche mostrano che la probabilità di un gennaio mite è del 71% quando la temperatura media di novembre è di 1,5 gradi più fredda dell'anno precedente.

 
 
 
 
 
Sieh dir diesen Beitrag auf Instagram an
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Ein Beitrag geteilt von Brian Cadwalader (@b.cadwalader) am

6. „Se il ragno fa il filato, il bel tempo è assicurato.“

Nuvole e rugiada non sono gli unici messaggeri del tempo. Anche gli animali servono come aiuto, in quanto di solito sono più sensibili alle intemperie rispetto agli esseri umani. La maggior parte dei ragni, ad esempio, non sopravvive all'inverno, ed essendo un animale laborioso non ama sprecare le proprie energie. In questo caso, significa che se il ragno non tesse la ragnatela vuol dire che non vuole affaticarsi inutilmente perché la pioggia la distruggerà.

7. „Aprile, ogni giorno un barile.“

Questo probabilmente è il detto più famoso al giorno d'oggi, e forse quello più veritiero. Dopo tutto, il tempo variabile di aprile (tipico della primavera) può essere spiegato dal fatto che l'acqua, la terra el'aria si riscaldano a ritmi diversi dopo l'inverno. Così, l'acqua fredda dei laghi e dei mari incontra l'aria calda e si condensa. Di conseguenza, non solo l'aria sopra la terraferma si raffredda, ma l'acqua arriva sulla terra sotto forma di pioggia.

8. „Tempo chiaro e dolce a Capodanno, assicura bel tempo tutto l'anno.“

Gli agricoltori hanno osservato per anni che un inverno particolarmente rigido è seguito in genere da un'estate particolarmente calda. Ciò ha permesso loro di potersi preparare per un buon raccolto, a seconda delle esigenze delle loro piante. Le statistiche odierne confermano che in 3 anni su 5, dopo un inverno nevoso, i mesi di luglio e agosto sono stati particolarmente caldi.

È interessante vedere che dopo tanto tempo i proverbi popolari dei nostri antenati sono ancora validi! Anche se le previsioni meteo non sono sempre corrette al cento per cento, sono comunque spesso usate con piacere. Non resta che vedere per quanto tempo ancora rimarranno valide di fronte al cambiamento climatico.

Immagine di copertina: ©Pinterest/cookingintongues.com ©Instagram/b.cadwalader

Commenti

Scelti per voi