T-shirt e top in stile batik: 3 modi diversi per colorare i tuoi vestiti.

Avere un guardaroba pieno di vestiti dello stesso colore è un poco noioso, non trovate? Ma da adesso, avendo a disposizione dei semplici indumenti bianchi, si può fare molto: ad esempio, colorarli! Ed è più semplice di quanto crediate: basterà seguire le istruzioni che trovate nel video e nell'articolo, per realizzare dei capi d'abbigliamento davvero originali. E nessuno sospetterà che siete stati voi a crearli! Lasciatevi stupire da questo progetto! 

Come procedere: 

Per tutte e tre le soluzioni sarà importante immergere il capo in una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio, e tenere in ammollo per 10 minuti. Dovrete poi pensare a quali colori desiderate utilizzare per le vostre creazioni, a seconda del vostro gusto. Per tutte le procedure, inoltre, sarà necessario del filo interdentale, una griglia per il forno, e della carta da forno per proteggere la superficie sulla quale state lavorando dai colori. 

1. Colori in verticale

Per questo primo progetto avrete bisogno, oltre agli utensili precedentemente menzionati, di un pennarello. Con questo, tracciate una linea verticale, in diagonale, su una canottiera bianca che avrete precedentemente piegato in due. 

La linea tracciata servirà per orientarvi meglio nel momento in cui si andrà a "richiudere" l'indumento. La linea dovrà corrispondere pressappoco alla metà della superficie. 

A questo punto, "accartocciate" la canotta su se stessa, e avvolgetela con il filo interdentale, almeno un paio di volte, fino a che non avrete dato la forma di un piccolo "involtino". 

Adagiate la canottiera intrecciata sulla griglia (sotto la quale avrete disposto un foglio di carta da forno, a protezione del piano di lavoro). Ora potrete distribuire i colori per tessuto a seconda dei vostri gusti, creando quelli che diventeranno i motivi del vostro nuovo capo d'abbigliamento. Non dimenticate di seguire le istruzioni presenti sulla confezione dei colori: di solito il tempo di "esposizione" è 1 ora, dopo di che bisogna risciacquare. 

2. Colorare con un rotolo per cucina

La particolarità di questo secondo progetto è, come dice già il titolo, l'uso di un rotolo di carta per cucina. Il procedimento è praticamente lo stesso del punto 1, con la differenza che in questo caso l'indumento viene "arrotolato" al rotolo di carta da cucina. 

Una volta arrotolato l'indumento (in questo caso si tratta di un top), dovrete fissarlo con degli elastici di gomma, poi potrete, anche in questo caso, adagiarlo sulla griglia da forno, e procedere alla colorazione. 

Quando si tratterà di versare i colori, vi consigliamo di colorare una metà di una tonalità, ed un'altra con una seconda. Il risultato: eccezionale! 

3. Colori a motivo circolare

Per realizzare questa soluzione, dovrete afferrare il centro del capo (maglietta o canotta), e poi arrotolare il tutto in modo circolare. Come nel primo progetto, fissare tutto con il filo interdentale, per almeno un paio di giri. Dovrete così ottenere un piccolo "pacchettino tondeggiante". 

Ora adagiate il "pacchettino" sulla griglia da forno, e procedete a colorare; per questo progetto, ad esempio, potrete utilizzare 4 tonalità diverse, con le quali decorare ogni lato del capo. 

L'aspetto più sorprendente di questo progetto è che, a parte i nostri suggerimenti, a voi è lasciata totale fantasia: sbizzarritevi con la fantasia nel creare nuovi modelli, colorazioni e forme sempre diverse! 

Quale di queste soluzioni vi è piaciuta di più? Provate a metterle tutte a confronto e decidete qual è la vostra preferita... A me piacciono tutte! 

Commenti

Scelti per voi